Come nelle favole

Elisabetta de Wittelsbach, comunemente detta Sissi, nasce a Monaco di Baviera il 24 dicembre del 1837 dal duca Max e da Ludovica di Elisabetta de WittelsbachWittelsbach. Moglie dell'Imperatore Francesco Giuseppe I, è conosciuta anche come "l'Imperatrice errante".
La sua storia inizia come una favola. La bella principessa che sposa il suo principe azzurro ... ma la favola è triste ed ha un finale tragico.
La vita di questa donna fu come un fiume in piena, che tutto travolge ma è inghiottito dai suoi stessi flutti.
Il suo cammino è tortuoso, contaminato da tristi presagi, da dispiaceri e dolori.
Il 30 gennaio 1889 il suo unico figlio maschio, il principe Rodolfo erede degli Asburgo, muore suicida a Mayerling con la sua amante, la baronessa Marie Versera.
Da allora, l'Imperatrice inconsolabile viaggia per "perdere la ragione". Si lancia in quello che lei chiama "il volo del gabbiano".
Deve andare via, lontano, sul mare. Lasciare Vienna per una lunga crociera attraverso l'Europa e il Mediterraneo.
Infine, il sipario si chiude, oscurando il palcoscenico: Sissi muore a Ginevra il 10 settembre 1898 per mano di un fanatico italiano, un certo Luigi Lucheni.
Nel suo lungo peregrinare per l'Europa ed il Mediterraneo, l'Imperatrice Sissi visita due volte Sanremo, nel 1890 e nel 1898.

Abbiamo alcuni riscontri ufficiali:
Il veliero Chalize
Gazzetta Ufficiale n. 247 del 21 ottobre 1890
. Telegrammi - Agenzia Stefani - 20 ottobre 1890
- MENTONE - L'imperatrice d'Austria-Ungheria è qui giunta a bordo del Chazalie ed è ripartita per San remo, ove lo yacht la raggiungerà per condurla a Genova.
SANREMO - A mezzodì giunse lo yacht danese Chazalie, che il proprietario mise a disposizione dell'Imperatrice d'Austria-Ungheria. L'imperatrice si è recata oggi a visitare l'Arciduca Luigi Salvatore che dimora colla famiglia nella Villa Rambaldi (villa che sarà acquistata nel nel 1887 dall'Imprendtore Ginevrino Louis Ormond) . Stasera alle ore sei, S.M. si è imbarcata sul Chazalie, e passerà la notte a bordo.



La nota dell'epoca non precisa che l'Arciduca Luigi Salvatore è il genero dell'Imperatrice, avendo sposato il 10 maggio del 1881 la più piccola delle figlie Maria Valeria.
Lo Yacht Imperiale nel 1890La seconda volta che viene a Sanremo siamo all'inizio del 1898 e arriva con il suo yacht imperiale "Miramar", su consiglio del suo medico personale Metzger di prendersi una vacanza in un luogo dal clima temperato.

Scrive la contessa ungherese Irma Sztáry (accompagnatrice e dama di compagnia dell'Imperatrice) nelle sue memorie:
"Siamo rimasti tre giorni nel porto. Sua Maestà si sentì di nuovo peggio e non osò affrontare il mare turbolento. Alla fine le onde si calmarono, il quarto giorno calata l'ancora raggiungemmo felicemente San Remo. Il tanto atteso caldo raggio di sole ci ha accolto sulla riva italiana".
Grazie ai minuziosi appunti della contessa veniamo a sapere che l'Imperatrice si era impegnata a voler comprare casa in città: "Vorrei comprare Villa Rosa ma questo Irma non me lo permette", così scherza l'imperatrice scrivendo alla contessa Trani.
Lettera di prescrizioni per Villa OrmondSeguiva una dieta ferrea e particolare ma a Sanremo l'Imperatrice si rafforzò con dolci cognac. Oppure durante le sue viste in campagna i pastori le porgevano il latte fresco di capra, "che Sua Maestà beveva con grande piacere" naturalmente dalla sua coppa d'argento che aveva sempre con sé.
Durante questo periodo soggiorna all'Hotel Royal (dove da pochi anni hanno trasformato la Royal suite - camera «presidenziale» con salotto e terrazzo - nella Sissi Suite, in onore dell’Imperatrice d’Austria).
In un documento manoscritto datato 18 febbraio 1898, la contessa ordinò che Villa Ormond fosse ben ventilata prima dell'imminente visita dell'imperatrice.

Proprio quelle di Sanremo saranno le ultime acque che il Miramar con Sissi a bordo solcherà nell'inverno del 1898.

(testo a cura di Alberto Ammirati)